mercoledì 6 agosto 2014

Momenti librosi #1


Chi mi segue sulla Fanpage sa che mi sono data ad acquisti librosi nel mese di Luglio 2014, libri che ho portato con me in vacanza, e in meno di 20 giorni li ho divorato con gioia. Se amate i romanzi leggeri, freschi ma che fanno pensare, ecco a voi:
  • Luna di miele a Parigi di Jojo Moyes,
  • Io prima di te di Jojo Moyes,
  • L'amore secondo Nula di Giuseppe Pederiali.


Jojo Moyes ormai è conosciuta ai più con i suoi ultimi capolavori, tra cui Luna di miele a Parigi.
Luna di miele a Parigi racconta due storie d'amore ambientate nella capitale parigina ma in due epoche diverse, 1912 la prima - 2002 la seconda! I protagonisti ci fanno assaporare i pro e i contro di due storie d'amore agli inizi della vita coniugale: amore, passione, gelosia, difficoltà dei tempi moderni (vita di coppia divisa e spesso messa in secondo piano dalle ambizioni lavorative). 89 Pagine di pura passione che scorrono veloce e ci travolgono come se fossimo li con loro.

3.90€ (ora con il 15% di sconto sul prezzo di copertina sul sito Inmondadori.it e in libreria) Ed. Mondadori.

Io prima di te non è il classico romanzo leggero, non racconta la classica  storia d'amore eppure in fondo, solo verso la fine del libro, si scopre che c'è una vera storia d'amore.
I protagonisti, Louisa Clark e Will Traynor, ci accompagnano nelle difficoltà di questa vita imprevedibile: perdita di lavoro, difficoltà economiche di una famiglia della bassa borghesia londinese, storie d'amore che finiscono per stupide incomprensioni; ma in questo libro si affrontano anche temi caldi come la disabilità fisica e l'eutanasia. 
Entrambi i protagonisti imparano e insegnano l'uno all'altro superando le stupide barriere mentali che spesso molti di noi hanno quando si incontra un disabile o quando proprio lo si diventa dopo una vita vissuta ai 1000 all'ora. La fine del romanzo la si comprende solo dopo la seconda parte del libro, rimane quel gusto amaro in bocca ma se si legge la storia con gli occhi di Will si capisce che la sua decisione è l'unica vera scelta libera che poteva fare, accettabile o meno, ma vera e sua!
Le lacrime vi accompagneranno negli ultimi capitoli, la vostra mente si aprirà verso un nuovo orizzonte e vi lascerà spunti di riflessione e forse domande a cui una risposta non troverete!

13.00€ (25% di sconto sul prezzo di copertina sul sito Inmondadori.it e in libreria) Ed. Mondadori, 391 pag.


L'amore secondo Nula, libro che ho scelto solo per la foto in copertina, la foto di un Jack Russel come la mia amata bimba pelosa Bianca. Nemmeno ho letto il retro del libro, dove normalmente si trova un sunto della storia, è stato un acquisto di impulso e sono felice di averlo fatto.
L'amore secondo Nula non è il classico libro strappalacrime sui cani. La voce narrante è proprio di Nula, il simpaticissimo Jack Russel della copertina, cane super blasonato destinata a fare cucciolate che i padroni avrebbero rivenduto a prezzi stellari. Il sorriso scappa subito quando si scopre che questi cuccioli non sono altro che dei bellissimi meticci, nati dall'amore tra lei e il cane del vicino. Non vi svelo altro, vi dico solo che i protagonisti sono Nula e la  sua amica umana Lula, sedicenne scaltra e intelligentissima, più dei suoi coetanei, che si scontra spesso con i genitori presenti ma assenti che non si accorgono delle sofferenze di una figlia adolescente.
In questo libro vengono affrontati con leggerezza i temi dell'abbandono dei cani, dello stupro e della gravidanza di una adolescente, ma consente di aprire gli occhi su temi caldi e spesso taboo, temi che molti di voi pensano essere troppo lontani dalla realtà che vivono, ma in realtà anche il vostro vicino potrebbe essere uno di questi protagonisti.
Romanzo che fa pensare e sorridere. Per chi ha un Jack Russel come me, il sorriso verrà naturale, in Nula si rivedono le gesta dei nostri amici a 4 zampe, amici e non cani di proprietà come spesso Nula sottolinea!

9.90€ (ora con il 15% di sconto sul prezzo di copertina sul sito Inmondadori.it) Ed. Garganti elefanti Bestseller, 238 pag.

Chiara R.

1 commenti: